Aggrediti in auto,un fermo e 20 denunce

Venti persone denunciate e una sottoposta a fermo con l'accusa di rapina aggravata, lesioni e danneggiamento. Sono stati identificati, nella notte, dalla Polizia di Stato i presunti autori, tutti appartenenti alle frange estreme della tifoseria ultras del Catania, del raid vandalico avvenuto a Lamezia Terme ai danni di quattro persone. L'aggressione ai danni delle quattro vittime, partite da Reggio Calabria e dirette a Cosenza, è iniziata sull'A2 dove la vettura è stata poi costretta dagli ultras etnei diretti a Matera a lasciare l'autostrada per raggiungere la stazione ferroviaria di Lamezia Terme. Qui si è consumato il raid con la rapina, il danneggiamento e il lancio di un fumogeno all'interno dell'abitacolo. Due gli occupanti rimasti feriti. Gli investigatori del Commissariato di Lamezia Terme e della Digos di Catanzaro con l'ausilio della Polstrada e delle Digos di Catania e Matera, sono riusciti a risalire all'identità degli aggressori che sono stati individuati nella notte.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. StrettoWeb
  2. StrettoWeb
  3. CN24
  4. Lamezia Informa
  5. Qui Cosenza

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

San Pietro in Amantea

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...